Compensi Sportivi ed Amministrativi / Gestionali nelle ASD – SSD:

per ASD  e  SSD a RL

  • Le collaborazioni, sia sportive che amministrativo-gestionali  rese in favore delle ASD e SSD, regolarmente affiliate ad Enti Nazionali di Promozione Sportiva, o Federazioni sportive nazionali riconosciuti dal CONI, costituiscono oggetto di contratti di collaborazione  coordinata e continuativa – CO CO CO e costituiscono redditi diversi ai sensi dell’art. 67, comma 1, lettera m), D.P.R. n. 917/1986; con la legge di bilancio 2018 la soglia di non imponibilità ai fini delle imposte sul reddito è innalzata a €10.000,00. Sono confermati gli altri benefici previsti in materia di contribuzione previdenziale e assicurativa: esenzione dal pagamento dei contributi previdenziali, qualunque sia l’ammontare del compenso erogato.  Per importi superiori a € 10.000,00 annui si applicherà invece la tassazione sostitutiva pari alla prima aliquota Irpef (oltre alle addizionali comunali e regionali), a titolo di imposta per importi complessivamente inferiori a euro 30.658,28 e a titolo di acconto per importi superiori.
  • Per i CO CO CO relativi a mansioni amministrative / gestionali, è necessario procedere con: Comunicazione al Centro per l’Impiego/UNILAV per tutte le collaborazioni – Il servizio di trasmissione, sarà messo a disposizione, anche, dal nostro Centro Servizi 4Settori, con le modalità che vi saranno comunicate.
  • Le altre disposizioni, come Emissione della CU – Predisposizione del modello 770 se sono presenti trattenute fiscali, rimangono invariate.
  • Dal 1 luglio 2018, i pagamenti ai Collaboratori devono essere effettuate per Banca (tracciabili), non per Cassa.

 

Ovviamente, in assenza di continuità e abitualità nell’esecuzione, le  prestazioni lavorative occasionali possono, anche,  rientrare nelle due modalità con tetto massimo annuo dei compensi percepibili di € 5.000,00:

  • il “lavoro occasionale”, disciplinato dall’art. 2222 c.c. con applicazione della ritenuta Irpef a titolo di acconto pari al 20% del compenso concordato, obbligo di dichiarazione dei redditi, tranne nei casi di esclusione previsti, obbligo di contribuzione presso la Gestione INPS-ex ENPALS).
  • il nuovo “lavoro accessorio” (L. 96/2017)  che con il contratto telematico di prestazione occasionale  ha sostituito l’ abrogata normativa sui “voucher”,  con retribuzione oraria e contribuzione fisse,  gestite  tramite l’INPS.